Print Friendly, PDF & Email



Biglietto cinema omaggio Inferno


Info & Biblio

Raffaele Giudice è stato un generale italiano, Comandante generale della Guardia di Finanza dal 1974 al 1978.
Iscritto alla Loggia P2

Citato [1]

Wikipedia

Biografia

Raffaele Giudice, 23° Comandante Generale della Guardia di Finanza, è nato a Palermo il 31 ottobre 1915. Frequenta l’Accademia militare di Modena fino al 1935, quando divenne sottotenente di fanteria. Partecipa come ufficiale di fanteria alla seconda guerra mondiale e viene insignito della Medaglia d’argento e della Croce al valor militare[1].

Ha partecipato, dal 1939 al 1943, alle operazioni di guerra in Albania ed in Africa Settentrionale.

Ha frequentato la Scuola di Guerra e la XV Sessione del Centro Alti Studi Militari.

Nel 1959 è comandante dell’8º reggimento Bersaglieri e nel 1960 Capo di Stato Maggiore del Comando Regione Militare della Sicilia. Nel 1963 è comandante della Brigata Corazzata “Centauro” e nel 1969 della Divisione Corazzata “Centauro”. Promosso generale di Corpo d’Armata, nel 1973 è comandante della Regione militare Sicilia.[2].

Il 31 luglio 1974 diviene comandante generale della Guardia di Finanza, fino al 20 novembre 1978, quando è collocato in pensione.
Procedimenti giudiziari

A fine 1979 viene emessa comunicazione giudiziaria nei suoi confronti per il cosiddetto “scandalo dei petroli”. Giudice viene condannato il 30 aprile 1987 dal Tribunale di Torino, in primo grado, a 3 anni e 10 mesi. In Appello la sua posizione è stralciata[3].

Leggi anche  Carlos Suarez Mason

Nel 1981 il suo nome appare nella lista degli appartenenti alla Loggia P2.

In nome di Dio. La morte di papa Luciani

in-nome In nome di Dio. La morte di papa Luciani
Autore Yallop David A.
Dati 1997, XVIII-340 p., ill., brossura
Traduttore Micillo C.; Micillo E.
Editore Tullio Pironti
“Una dose eccessiva di calmanti ha ucciso il papa”, disse il segretario di Giovanni Paolo I. “L’hanno ammazzato perché voleva cambiare le cose”, dichiarò una stretta parente. “Infarto del miocardio”, fu l’annuncio ufficiale del Vaticano alla stampa mondiale. La morte di Albino Luciani avvenuta nella notte tra il 28 e il 29 settembre del 1978, trentatré giorni dopo la sua elezione, fin dal primo momento ha destato molti dubbi e sospetti. Fu una congiura? Questo libro intende svelarlo narrandone tutti i particolari.
Altri Libri

In Costruzione

Conclusioni

In Costruzione



728x90 Scolastica 2016 - settembre

Share with:

Fonti   [ + ]

1. In nome di Dio. La morte di papa Luciani Autore David A.Yallop e C. Micillo. Editore Bantam Books

Lascia un commento